Home » Alimentazione » Candida: il nemico delle donne.

Candida: il nemico delle donne.

candidaLa candida (Candida Albicans) è un lievito, appartenente alla famiglia dei Saccaromiceti. Il suo ruolo è di aiutare l’organismo nel processo di decomposizione delle scorie organiche.

La candida prolifera in ambiente acido (pH4), quindi l’ambiente vaginale è il luogo ideale, ma vive normalmente anche sulla pelle, sulle mucose orali, nel tratto gastrointestinale e sulle mucose di persone sane. E’ l’unico lievito che può essere patogeno per l’uomo.

Ne esistono più di settanta ceppi diversi, ma solo venti possono essere patogeni per l’essere umano. La candida secerne circa ottanta differenti tipi di tossine, alcune delle quali molto nocive.

Normalmente svolge una funzione positiva intervenendo nella digestione degli zuccheri, ma in condizioni particolari, caratterizzate da un indebolimento del sistema immunitario, tende a prendere il sopravvento passando dalla forma innocua, unicellulare, a quella patogena, miceliale, producendo filamenti sottili (le ife), per mezzo dei quali si attacca alle pareti dell’intestino rendendolo poroso e permeabile e permettendo l’infiltrazione di diverse sostanze tossiche ed antigeniche*  nel flusso sanguigno.

candida

 

 

 

 

Le tossine hanno la possibilità di andare in circolo in tutto l’organismo, cervello compreso. Tra queste tossine c’è anche l’acetaldeide che è un intermedio nel processo di trasformazione degli zuccheri in alcol, responsabile della sensazione di “testa tra le nuvole”, che molte persone affette da candidiosi lamentano.

Le cause che determinano l’indebolimento delle difese immunitarie sono sempre le stesse: errata alimentazione, eccessivo consumo di zuccheri semplici e alimenti lievitati, uso di farmaci (contraccettivi ormonali , cortisonici , antibiotici, immunosoppressori) e vaccini, stress, intossicazione da metalli, infezioni batteriche/virali, lunghe esposizioni al freddo intenso, sbalzi climatici.

E’ importante sapere che il nostro corpo è programmato “naturalmente” per difendersi da solo, e che la maggior parte delle malattie causate da batteri e virus sono la conseguenza di un indebolimento del sistema immunitario e di una modificazione del “terreno”.

Gli antibiotici sono dei grandissimi farmaci, ma hanno un grave limite: la mancanza di selettività, nel senso che distruggono patogeni e batteri “amici”.

Si dovrebbe poi finalmente ascoltare quello che da tanto tempo dice L’O.M.S. a proposito della resistenza che fa sì che infezioni comuni possano diventare mortali, quando si utilizzano gli antibiotici in modo improprio, cioè quando non ve ne sia una reale necessità.

Il problema della candida è particolarmente sentito dalle donne, infatti un sondaggio realizzato dalla Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (Sigo) in merito alla campagna nazionale sui disturbi femminili dice che “8 italiane su 10 colpite dalla candida dicono addio al sesso”.

candidaLa candida è una malattia che ha tendenza a creare delle recidive, infatti secondo alcune stime i 2/3 delle donne hanno almeno un episodio nella vita, ed il 30% di esse lamenta questo problema tre  o quattro volte all’anno.

Nonostante questo, è ancora poco conosciuta e soprattutto sottovalutata dalle dirette interessate, di cui solo il 10% ne conosce la natura.

La candida, nel momento in cui viene attaccata dal sistema immunologico dell’ospite, oppure da un trattamento antimicotico convenzionale,   si difende trasformandosi in elementi sempre più piccoli e indifferenziati, anse se integralmente fecondi, fin quasi a occultare la propria presenza sia all’organismo  parassitato, sia ad eventuali indagini diagnostiche.

*(sostanze in grado di stimolare il sistema immunitario a tentare di produrre anticorpi contro di esse)

Ma cosa devo fare per liberarmi da questo problema definitivamente?

Continua a seguirmi, e nel prossimo articolo ti spiegherò come fare !

Buona Salute!

firma 1

 

button-363

 

 

 

 

 

 

*(molecole riconosciute come estranee  dal sistema immunitario di un organismo, che le combatte attraverso la produzione di anticorpi)

Condividi se ti è piaciuto...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page
Post Tag With :

Comments are closed.