Home » Alimentazione » Colesterolo: 7 benefici sconosciuti

Colesterolo: 7 benefici sconosciuti

colesteroloNel precedente articolo ho presentato alcuni studi sul colesterolo, e ora desidero ripartire da dove ho lasciato per continuare il discorso.

Che cos’è il colesterolo? Il colesterolo chimicamente è un alcool policiclico ( e non un grasso)  di colore bianco con una consistenza simile a quella della cera.

 

  • Il colesterolo costituisce la “materia prima” per la costruzione  degli ormoni steroidei e degli ormoni sessuali maschili  (testosterone e DHEA) e femminili (estrogeni e progesterone). Forse pochi sanno che gli estrogeni derivano dal DHEA.       Infatti una delle primissime conseguenze dell’anoressia è il blocco del ciclo mestruale nelle ragazze, e in questa situazione il ginecologo può fare molto per invertire la situazione nel momento in cui potrebbero esserci più chance di recupero.

colesterolo Il colesterolo è indispensabile per il corpo per produrre la vitamina D, che è fondamentale per tutti i sistemi del corpo compresi  ossa, sistema nervoso (depressione), processo di crescita, metabolismo dei minerali, tono muscolareproduzione di insulina,  e sistema immunitario.                                                                                                                                                           La vitamina D è una delle vitamine di cui siamo più carenti, e non solo per i problemi di osteoporosi.                                                                                                                                                     

  • I sali biliari non possono essere prodotti dal fegato senza il colesterolo. La bile è fondamentale per il processo digestivo e l’assorbimento dei grassi dietetici.                                            
  • Il colesterolo è anche un potente antiossidante nel corpo, protegge i tessuti dai danni dei radicali liberi.                                                                                                                       
  • Il colesterolo è fondamentale per il mantenimento dell’integrità della parete intestinale e il corretto funzionamento dell’intestino. Diete a basso contenuto di colesterolo possono portare alla sindrome dell’ intestino permeabile ed altri problemi digestivi.  Quando un intestino diventa  permeabile, lascia passare sostanze come le tossine, i microbi, le particelle di cibo non digerito, e altro. Queste sostanze attraverso il flusso ematico, possono passare in tutto il corpo provocando la risposta immunitaria.

              Oltre al glutine che è la sostanza più nota, altre sostanze “infiammatorie” per                         l’intestino sono lo zucchero , l’alcool, la caseina (contenuta nei latticini), ma anche                 la “candida albicans“.                                                                                                                                                      

  • Il colesterolo è di vitale importanza per il funzionamento ottimale del cervello, perchè viene utilizzato nella costruzione dei  recettori della serotonina…, meno recettori della serotonina significano peggioramento dello stato dell’umore.        Quindi non ci dobbiamo meravigliare se una delle conseguenze di questa campagna di demonizzazione del colesterolo è rappresentata dall’aumento delle tendenze aggressive e violente, della depressione e dei suicidi.                                                                    Pochi anni fa il ” Journal of Psychiatric Research” riportò un semplice studio condotto su quasi 4.500 veterani (ex militari   degli Stati Uniti) per 15 anni.                                Alla fine dello studio i ricercatori hanno trovarono che gli uomini con i livelli di colesterolo totale basso e depressione avevano  7 volte più probabilità di morire prematuramente per cause non naturali come suicidio e incidenti rispetto agli altri!

Le donne con bassi livelli di colesterolo risultano più vulnerabili alla depressione.                   Questa la conclusione alla quale è giunto uno  studio svedese condotto su 300 donne in buona salute,  di età compresa tra  31 e 65 anni , che presentavano i livelli di colesterolo più basso ha sofferto di sintomi depressivi significativamente maggiori rispetto alle altre.        (fonte Psychology Today)

  • Il colesterolo svolge anche una funzione di riparazione delle cellule danneggiate.  Ecco perché i livelli di aumentano naturalmente con l’età e sono benefici  per gli  anziani. Le donne con il colesterolo più alto in realtà vivono più a lungo!                                                 Osservava il  prof. Meyer Texon MD, patologo del New York University Medical Center, che accusare i grassi saturi e colesterolo per l’indurimento delle arterie è come accusare globuli bianchi di causare l’infezione, piuttosto che aiutare il sistema immunitario a combatterla.   

Infatti i risultati di molte autopsie pubblicati sulla rivista Lancet nel 1994, dove venivano  confrontate placche aortiche con siero e tessuto adiposo, evidenziavano un’influenza diretta degli acidi grassi polinsaturi sulla formazione delle placche aortiche.   Infatti il rapporto tra acidi grassi Ω3 e Ω6 squilibrato a favore degli  Ω6 è molto pericoloso per la salute, perché dall’acido arachidonico si  origina la “cascata  infiammatoria” delle prostaglandine COX-2.

Nessuna associazione è stata trovata con i grassi saturi.

In un prossimo articolo completerò l’argomento parlando dei grassi saturi e trans.

Buona salute!

firma 1

button-363

Condividi se ti è piaciuto...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page
Post Tag With :

Comments are closed.